PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

A FANO PER VENDICARE L'ANDATA

Dopo le fatiche di mercoledì scorso, che hanno consentito all’Avezzano di conquistare i tre punti battendo il Giulianova, la squadra biancoverde si rituffa in campionato per affrontare la terza forza del torneo. Quel Fano che all’andata vinse per 4-2 allo stadio dei Marsi, dopo che il primo tempo si era concluso con la squadra di Lucarelli in vantaggio di una rete. Una partita da ricordare quella, che condannò i padroni di casa ad un passivo troppo pesante per come si erano messe le cose. Il tecnico avezzanese Lucarelli la ricorda così: “E’ stata la partita più strana della mia squadra quest’anno. Giocammo un primo tempo eccezionale, andammo al riposo in vantaggio di un gol e poi nella ripresa ci fu un crollo generale. Troppi errori e loro non ci hanno perdonato. Hanno giocatori di grande esperienza e furbizia ed in questo campionato fa la differenza”. Tra le due contendenti ci sono oggi ben 18 punti di differenza ed il Fano ha anche la miglior difesa di tutto il campionato con i 24 gol subiti nelle 28 giornate giocate finora. Meno di un gol subito a partita, non male per la formazione allenata da mister Alessandrini. In più i granata possono contare su due bomber di razza come Sivilla e Gucci che in totale hanno segnato ben 30 reti sulle 39 complessive realizzate dai marchigiani. Sivilla, con i suoi 16 gol, divide il titolo di capocannoniere con Titone della Sambenedettese, mentre Gucci insegue a quota 14 deciso anche lui a scalare la vetta. Domenica scorsa il Fano ha vinto fuori casa e di misura (1-0) il derby con la Fermana e ad andare in gol è stato proprio Sivilla. In terra marchigiana Lucarelli dovrà fare a meno dello squalificato Venditti. Nulla di grave però secondo il medico sociale dell’Avezzano Dott. Fabbri, che conta di poterlo riportare in campo, scontata la squalifica, già dalla prossima partita interna con la Folgore Veregra. Il difensore però dovrà portare una fasciatura rigida in questi giorni per evitare di mettere il gesso. Problemi per domenica ci sono anche per De Sanctis che è influenzato, per Bittaye ancora alle prese con la fastidiosa pubalgia e per Censori il cui recupero è ancora in forse. Se il centrocampista non dovesse farcela spazio ancora a Tariuc che bene ha fatto nel derby con il Giulianova. L’allenatore biancoverde, dunque, a Fano dovrà ridisegnare, ancora una volta, il reparto arretrato. E’ ipotizzabile che Menna verrà riportato al centro della difesa con Tabacco, a destra potrebbe giocare uno tra Ndiaye o Allepo, mentre a sinistra non ci sono problemi con il recuperato Felli. Vedremo comunque cosa deciderà l’allenatore avezzanese che, come sapete, svela la formazione titolare solo qualche ora prima di scendere in campo, proprio per tenere tutti i suoi ragazzi pronti e per evitare cali di concentrazione. La squadra farà la rifinitura sabato all’ora di pranzo e poi partirà alla volta della cittadina marchigiana. Il Presidente Paris ha chiesto ai suoi giocatori una grande prova di carattere e di cercare, in tutti i modi, di conquistare i tre punti. Il colpaccio ci potrebbe stare allo stadio Mancini, l’importante è crederci fino alla fine e non mollare alle prime difficoltà. Pensate se domenica pomeriggio si riuscisse a salire in classifica a quota 38? Ci prepareremmo ad un finale di campionato diverso con la salvezza già in tasca. Domenica prossima arbitrerà la gara il Signor Fabio Tucci di Ostia Lido, assistenti Marco Belsanti di Bari e Roberto Filannino di Barletta.
(Pino Razzano)