PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

AVEZZANO SCONFITTA MA SALVA

La sconfitta rimediata a Jesi dall’Avezzano (4-2 il risultato finale per i leoncelli) non ha, per fortuna, lasciato strascichi in casa biancoverde. La salvezza infatti è stata conquistata matematicamente nonostante la sconfitta, anche grazie ad una serie di circostanze favorevoli alla squadra di Lucarelli, che così potrà affrontare l’ultimo turno di campionato senza grandi patemi d’animo. A Jesi, purtroppo, si sono palesate ancora una volta le difficoltà dell’Avezzano nelle partite fuori casa, dove il ruolino di marcia è stato decisamente diverso rispetto alle gare giocate in casa. Appena 8 punti conquistati sui 51 disponibili la dicono lunga sul cammino di Tabacco e compagni lontano dallo stadio dei Marsi, dove si sono registrate una sola vittoria e cinque pareggi. Bisogna però vedere anche il rovescio della medaglia ed il lato positivo della cosa. Ovvero la raggiunta salvezza, con un turno di anticipo, per una matricola come l’Avezzano, alla sua prima apparizione in serie D dopo tantissimi anni di assenza. Non male diciamo noi. Ora però non è il tempo dei se e dei ma, bisogna prima concludere il campionato con una prestazione convincente domenica prossima contro la Recanatese e poi si potranno tracciare tutti i bilanci che vogliamo di questa stagione. Peccato però che proprio nell’ultima partita in casa l’Avezzano dovrà fare a meno del suo pubblico per via della squalifica del terreno di gioco. Si giocherà, dunque, a porte chiuse contro la Recanatese di Mecomonaco e quella che doveva essere una festa generale per salutare i nostri giocatori si trasformerà, invece, in un ritrovo per pochi intimi. La società biancoverde ha rimediato anche un’altra salatissima multa (ne parliamo in un articolo a parte) ed il Presidente Paris è decisamente contrariato dal dover pagare tutti questi soldi. Lo stesso patron biancoverde ha già indetto una conferenza stampa per il prossimo 10 maggio dove svelerà i piani futuri della società di via Ferrara. Circolano indiscrezioni decisamente interessanti, ma se ne saprà di più soltanto tra qualche giorno. Intanto il campionato ha mandato in archivio anche la penultima giornata che ha fatto registrare ben 7 vittorie (di cui 4 esterne) e 2 pareggi. Definita la griglia play off, con il Fano che ha superato in casa il Matelica per 3-1 e la Fermana che ha vinto fuori casa contro la Recanatese (0-1) ed ha estromesso proprio i leopardiani dalla possibilità di entrare in zona play off. In coda tutto ancora da decidere. Sarà decisiva la gara di domenica prossima tra Castelfidardo e Folgore Veregra. A seconda del risultato che verrà fuori al termine dei 90’ si saprà se i play out si disputeranno o meno. Domenica scorsa sono stati segnati complessivamente 25 gol: le squadre che giocavano in casa ne hanno segnati 11, mentre quelle che viaggiavano ne hanno realizzati 14. Per gli amanti delle statistiche ricordiamo che è la prima volta, in questo campionato, che sono state realizzate 25 marcature e che il totale delle reti segnate è arrivato adesso a 758. In testa alla classifica dei marcatori ci sono ora Titone della Sambenedettese e Dos Santos del Chieti con 18 gol segnati. Sarà decisivo quindi l’ultimo turno di campionato per decidere chi conquisterà il trono di re del gol del girone F. (Pino Razzano)