PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

ADESSO FUORI IL CARATTERE

Passata la Pasqua l’Avezzano si è ritrovata immediatamente sul campo già dal giorno dopo per preparare, nel migliore dei modi, il derby con il Giulianova che si giocherà domani allo stadio dei Marsi con inizio alle ore 15.00. La concentrazione è massima ed è inutile dire che tutti si attendono i tre punti dalla partita contro i giallorossi. Punti che migliorerebbero, e di molto, la classifica della squadra del Presidente Paris ancora alla ricerca della matematica salvezza. Lucarelli, come dicevamo, ha concesso un solo giorno di riposo ai suoi ragazzi per farli festeggiare in famiglia, poi già da Pasquetta ha fatto di nuovo indossare le scarpe da gioco a tutti quanti, proprio per evitare cali di concentrazione. “Non voglio assolutamente – ha detto il tecnico biancoverde – che i miei ragazzi pensino di aver già vinto la gara di domani, dobbiamo essere tutti concentrati sull’obiettivo e non possiamo permetterci passi falsi. Non dobbiamo guardare la situazione di classifica del Giulianova, né tanto meno commentare i loro guai societari, faremmo un grave errore. Dobbiamo scendere in campo consapevoli delle nostre forze e basta. Portare a casa i tre punti nel derby ci farebbe fare un bel salto in avanti per la conquista della salvezza”. Le due squadre sono divise in classifica da ben 10 punti, il Giulianova (22 punti) è desolatamente in ultima posizione di classifica ed è alle prese con gravi problemi societari che mettono in forse il futuro della storica società abruzzese. C’è addirittura chi parla di prossimo fallimento alla fine di questa stagione agonistica. Intanto la squadra, che non percepisce rimborsi già da qualche mese, allenata ancora dal duo Gelsi-Pisano, ha ridotto gli allenamenti settimanali da cinque a tre in attesa che qualcosa si chiarisca nei prossimi giorni. Il capitano del Giulianova Edoardo Ferrante ha dichiarato che sono stati costretti a fare tutto ciò per motivi economici, perché è impossibile sostenere tutte le spese che un programma di allenamento settimanale comporta. Ma si dice pronto, insieme ai suoi compagni, ad onorare la maglia che indossano fino alla fine del campionato. L’Avezzano invece con i suoi 32 punti deve ancora raggiungere la meritata salvezza, obiettivo che tutti si sono promessi di raggiungere nel più breve tempo possibile. Mancano ancora 7 turni alla fine del campionato per i biancoverdi ed in palio ci sono la bellezza di 21 punti. Per salvarci matematicamente Lucarelli ha detto che basterà vincere almeno tre partite, così facendo l’Avezzano si porterebbe in classifica a quota 41 centrando l’obiettivo prefissato. Intanto iniziamo a vincere quella di domani contro il Giulianova, un avversario che fuori casa ha avuto un cammino pessimo, ottenendo solo un punto (pareggio contro la Fermana per 2-2 alla 14^ di andata) e ben 12 sconfitte nelle 13 partite giocate complessivamente. Una serie di record negativi che si concretizzano anche nelle reti segnate (solo 5) e subite (ben 34) lontano dal Fadini. All’andata la partita finì con un pareggio per 0-0 e con i deprecabili fatti del dopo gara che portarono i tifosi biancoverdi al seguito della squadra ad essere aggrediti da quelli del Giulianova. Brutti fatti che ci auguriamo di non vedere mai più sinceramente. La partita di domani verrà diretta dal Sig. Camilli di Foligno, mentre i due assistenti saranno i Signori Di Tondo e Pellegrini di Barletta. Si inizierà, come detto, alle ore 15.00. La società biancoverde si augura, seppur in un giorno lavorativo, di vedere domani tante persone allo stadio per sostenere i propri beniamini e conferma il prezzo della curva Nord a soli 3 euro. I tifosi del Giulianova che, invece, vorranno seguire la squadra nella Marsica dovranno munirsi del biglietto prima (circuito I-ticket) perché allo stadio dei Marsi, per motivi di ordine pubblico, non verranno staccati tagliandi. (Pino Razzano)