DOMENICA PROSSIMA AVEZZANO vs TORRESE: 90' CHE VALGONO UNA STAGIONE

AVEZZANO: MENTALITA' GIUSTA

La curva nord a Città S. Angelo
Vittoria d'autorità. Come voleva la società. Come ci si aspettava alla vigilia. Come speravano i tifosi biancoverdi. Contro l'Angolana, mister Lucarelli schiera una formazione offensiva. Un undici in grado di fare male in qualsiasi momento e al contempo di controllare la partita nelle varie situazioni di gioco e risultato. Finisce 1 a 3 per i marsicani, che vedono in campo un super Gabriele Puglia, autore di una tripletta di ottima fattura. E soprattutto ritrovano un giocatore che potrebbe diventare indispensabile in fase realizzativa. Un Puglia che finora aveva sofferto a concretizzare le azioni negli ultimi sedici metri. Bene così. Anche oggi buona prova di Lamin Bittaye, che è fautore di assist-gol e di occasioni limpidissime verso la porta avversaria. Una nota positiva è data anche dalla retroguardia avezzanese, che subisce poco o nulla e si merita un apprezzamento dal tecnico Lucarelli.
La sequenza delle reti: al 21' del primo tempo, grazie ad un colpo di tacco di Bittaye, ci pensa Puglia a gonfiare la rete con un preciso diagonale. Al 41' della prima frazione, Remigio di testa supera Ciciotti e fissa il risultato sul momentaneo 1 a 1. Nella ripresa, Avezzano a doppia velocità rispetto all'avversario. Così al 4', traversa piena colpita da Bittaye, sulla ribattuta è lesto Puglia a riportare gli ospiti in vantaggio. A 7' dalla fine, Puglia, oggi rivelatosi un esterno d'attacco imprendibile, riceve un cross dal superbo Sassarini e infila la palla sotto la traversa per poi gioire ancora, per la terza firma di giornata. Novanta minuti che sicuramente ricorderà il giocatore teramano e che si spera sia in grado di dire la sua da qui all'ultima giornata.
In alta classifica, tutto invariato, come era prevedibile. Avezzano 55 punti, Paterno 53 (battuto il modesto Montesilvano per 2 a 1) e Francavilla 52 (che ha superato il fragile Vasto Marina all'Aragona per 0 a 2). Alle spalle di questo terzetto il vuoto. Saranno in tre a contendersi la vittoria finale del campionato regionale di Eccellenza. 
Il turno di domenica prossima appare decisivo, o quasi, per la promozione diretta in serie D. L'Avezzano ospita la quinta forza del campionato, quella Torrese che negli ultimi anni fa parte del destino dei biancoverdi. Tre punti pesantissimi che Moro e compagni dovranno provare a fare loro. L'8 marzo vedrà di fronte al Valle Anzuca Francavilla e Paterno. Dunque una delle due o entrambe dovranno lasciare punti lungo il loro cammino. 
Per Avezzano-Torrese ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni al dei Marsi. Speriamo che la città risponda e accompagni i propri ragazzi verso la vittoria.     

LE IMMAGINI DI ANGOLANA-AVEZZANO

SUPER GABRIELE PUGLIA: TRE GOL

Puglia: giornata da ricordare
Ecco i risultati e la classifica dopo il ventisettesimo turno:
CAPISTRELLO – SAN SALVO: 2-0   39’pt Ciccarelli, 17’st Venditti
CUPELLO – ALBA ADRIATICA: 5-2   3’pt Iachini (Alba), 4’st Avantaggiato su rigore (Cupello), 18’st Pendenza (Cupello), 20’st Luciano (Cupello), 22’st D’Antonio su rigore (Cupello), 36’st Mario Quintiliani (Cupello), 39’st Di Massimo su rigore (Alba)
MARTINSICURO – SULMONA: 0-1   6’pt Druskovic
MONTORIO 88 – MIGLIANICO: 1-0   40’st Pierleoni
PATERNO – ACQUA & SAPONE: 2-1   5’pt Bolzan (Paterno), 21’pt Aquino (Paterno), 30’pt Del Gallo (Acqua & Sapone)
RC ANGOLANA – AVEZZANO: 1-3   21’pt Puglia (Avezzano), 41’pt  Remigio (RC Angolana), 4’st e 38’st Puglia (Avezzano)
TORRESE – VASTESE: 1-1   20’pt Soria (Vastese), 1’st Iampieri (Torrese)
VASTO MARINA – FRANCAVILLA: 0-2   22’pt Di Properzio, 14’st Lalli
Riposa il PINETO
Classifica attuale:
AVEZZANO
55
PATERNO
53
FRANCAVILLA
52
SAN SALVO
42
TORRESE
42
RC ANGOLANA
41
CUPELLO
40
PINETO
37
MIGLIANICO
35
MONTORIO 88
33
VASTESE
33
MARTINSICURO
31
CAPISTRELLO
28
ACQUA & SAPONE
24
ALBA ADRIATICA
23
VASTO MARINA
16
SULMONA
11
BORRELLO
0



Prossimo turno 8 marzo 2015
ACQUA & SAPONEMARTINSICURO
ALBA ADRIATICARC ANGOLANA
AVEZZANOTORRESE
FRANCAVILLAPATERNO
MIGLIANICOVASTO MARINA
SAN SALVOPINETO
SULMONACAPISTRELLO
VASTESEMONTORIO 88
RIPOSA IL CUPELLO

TUTTI UNITI A CITTA' SANT'ANGELO

Il valore della maglia
Umore giusto e squadra carica. Due elementi che accompagnano la vigilia di Angolana-Avezzano. 90' .decisivi per le sorti della vittoria diretta del campionato regionale di Eccellenza. In via Ferrara lo sanno tutti. Ci auguriamo che il gruppo sia in grado di sfoderare una prestazione all'altezza. Troppo importante il risultato per non avere una naturale tensione pre-agonistica. Negli scontri diretti, due sberle finora per Moro e compagni. In campionato, all'andata, al dei Marsi, finì 3 a 4 per gli adriatici, ma quella era una compagine disunita e che dopo poche settimane avrebbe cambiato identità. Anche in coppa Italia, vittoria di misura per l'Angolana (1 a 0) con i sogni biancoverdi che si spensero nella settimana più dura sul fronte spogliatoio, con la perdita di Walter Piccioni (per infortunio) e l'arrivo dei nuovi ancora da completare.
Bisegna: si spera in un'altra sua perla
Oggi, però, abbiamo di fronte un'altra situazione. Avezzano finalmente in testa al campionato a quota 52 punti, frutto di 17 vittorie, 1 pareggio e 7 sconfitte (un po' troppe), con 59 gol fatti e 32 subiti. Numeri che segnano inevitabilmente gli alti e bassi di una stagione travagliata; soprattutto nei primi due mesi. Con mister Lucarelli in panchina. tuttavia, il gruppo ha preso la sua fisionomia migliore. Una formazione votata all'attacco; del resto tutti gli altri reparti offensivi sono lontani mille miglia dai numeri raggiunti da Moro-Bisegna-Bittaye-Puglia. La Renato Curi, dal suo canto, sta andando benissimo in coppa, ma ha registrato un andamento calante in campionato. Prima di affrontare i biancoverdi, ha conseguito 41 punti, che tradotti provengono da 12 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte. I numeri dei gol fatti e subiti sono praticamente simili. 32 all'attivo contro 24 al passivo. Numeri che fanno capire la flessione sensibile della società angolana.
I tifosi dell'Avezzano raggiungeranno la squadra in un centinaio (con mezzi propri), consapevoli più di tutti che ora bisogna stare vicino al collettivo, che è di primissimo ordine e che, se riuscirà ad accelerare ora, potrebbe far sorridere qualcuno a cui il sorriso è andato via ...
La curva nord seguirà la trasferta di Città Sant'Angelo