ABBONAMENTI VENDUTI 2017/18: TRIBUNA SOCIO SOSTENITORE (€ 600,00) N. 0 PARI AD € 0,00, TRIBUNA CENTRALE INTERO (€ 250,00) N. 3 PARI AD € 750,00, TRIBUNA CENTRALE RIDOTTO (€ 180,00) N. 0 PARI AD € 0,00, TRIBUNA LATERALE INTERO (€ 160,00) N. 3 PARI AD € 480,00, TRIBUNA LATERALE RIDOTTO (€ 120,00) N. 3 PARI AD € 360,00, DISTINTI INTERO (€ 110,00) N. 0 PARI AD € 0,00, DISTINTI RIDOTTO (€ 80,00) N. 0 PARI AD € 0,00, CURVA NORD INTERO (€ 80,00) N. 3 PARI AD € 240,00, CURVA NORD RIDOTTO (€ 60,00) N. 0 PARI AD € 0,00; MINORENNI: TRIBUNA CENTRALE UNDER 12-17 (€ 150,00) N. 0 PARI AD € 0,00, TRIBUNA LATERALE UNDER 12-17 (€ 100,00) N. 0 PARI AD € 0,00, DISTINTI UNDER 12-17 (€ 60,00) N. 0 PARI AD € 0,00, CURVA NORD UNDER 12-17 (€ 50,00) N. 0 PARI AD € 0,00. TOTALE ABBONAMENTI VENDUTI N. 12, PARI A COMPLESSIVI € 1830,00.

match

SOS STADIO


Allarme per lo stadio dei Marsi che deve essere messo a norma per il prossimo campionato. Nei giorni scorsi c’è stato, infatti, il sopralluogo effettuato dal Fiduciario dei Campi Sportivi della Serie D che ha riscontrato alcune difformità del nostro stadio rispetto alla vigente regolamentazione. Tra le cose da mettere a posto in brevissimo tempo, c’è anche la realizzazione di quattro cancelli con maniglioni antipanico in diverse parti dello stadio (curva nord 2, distinti ospiti, distinti locali) per far defluire il pubblico in mezzo al campo in caso di particolari esigenze (disordini, ordine pubblico, etc). Il costo per la realizzazione di questi lavori si aggira intorno ai diecimila euro e la società di via Ferrara non vuole caricarsi di questa ulteriore spesa che spetta al Comune in qualità di proprietario dell’impianto.
Il Presidente Paris è categorico su questa cosa e non vuole sentir ragione: “I lavori spettano al Comune e non a noi. La società dell’Avezzano calcio, in tutti questi anni, ha fatto fin troppo per migliorare tutto lo stadio e non abbiamo mai chiesto un euro di rimborso. Ora ci vogliono far tirare fuori anche questi soldi, ma questa volta mi impunto davvero”.
Il rischio, infatti, è che se non si faranno i lavori per tempo, la squadra sarà costretta a giocare le partite interne lontano dallo stadio dei Marsi. La Lega Nazionale Dilettanti, infatti, non concederà più deroghe come aveva fatto lo scorso anno per le neopromosse. Un’ipotesi, questa, che non vogliamo neanche prendere in considerazione. (Pino Razzano)