PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

SENZA BISEGNA, ASPETTANDO IL BOMBER

La partita di domenica prossima con la Jesina sarà l’ultima apparizione in casa per l’Avezzano in questo girone di andata. Girone che poi si concluderà con la trasferta di Recanati da giocarsi cinque giorni prima di Natale. Sarà una partita, dunque, importante quella contro i leoncelli marchigiani, che sono sopra di un punto in classifica ai biancoverdi e sono reduci dal successo interno con il San Nicolò. Terminare il girone di andata con i 23/24 punti, auspicati da Lucarelli nelle settimane precedenti, non sarebbe male e consentirebbe di affrontare il girone di ritorno con un altro spirito. I play off poi sono lì, a pochi punti di distanza. Perché non provarci? Il campionato, lo abbiamo detto tante volte, è molto equilibrato ed a parte la Sambenedettese che sembra abbia già preso il largo, tutte le altre squadre sono divise solo da qualche punto. E adesso che il mercato di riparazione sta stravolgendo un po’ tutti gli organici, prepariamoci a vedere un altro campionato. Per tornare alla sfida di domenica contro la Jesina, il tecnico biancoverde Lucarelli, che tornerà a sedersi in panchina dopo aver scontato le due giornate di squalifica, la vede così: “Domenica noi dobbiamo vincere a tutti i costi per continuare la striscia positiva di risultati. Dovremo essere cattivi dal punto di vista agonistico e determinati per raggiungere il risultato pieno. Il pallone dovrà entrare a tutti i costi nella porta avversaria, non possiamo e non dobbiamo sbagliare nulla”. Contro la Jesina non ci saranno pedine importanti come Michele Bisegna (squalificato per somma di ammonizioni per una giornata), Marretti (per problemi ad un ginocchio) e La Rosa (ancora problemi fisici per lui). Disponibili e pronti ad entrare subito in campo, invece, De Sanctis e l’ultimo arrivato Andrea Censori. Capitolo attaccante. Ad oggi ancora nulla di ufficiale ma sembrerebbe che la pista che porta ad Orlando Aquino del Campobasso (ex Paterno) si sia bruscamente interrotta. I motivi ufficiali non li conosciamo, ma sull’argomento cerchiamo di capirne qualcosa in più dal Direttore sportivo Stefano De Angelis che ci dice: “L’accordo tra l’Avezzano ed il giocatore c’è ma il Campobasso non lo vuole lasciare partire. Non capiamo il perché. Tenere un giocatore insoddisfatto in una squadra non è il massimo. Vediamo se la cosa si sbloccherà in tempi brevi altrimenti dovremo spostare le nostre attenzioni su altri giocatori”. Come finirà questa vicenda non lo sappiamo, quello che è sicuro è che la squadra ha bisogno di un attaccante come il pane. Quindi, Aquino si, Aquino no, l’importante è che arrivi un uomo d’area che la metta dentro senza tanti complimenti. Da registrare, intanto, anche un movimento in uscita per la società di via Ferrara. Si tratta del difensore Aristide Verrelli che lascerà l’Avezzano per andare in prestito alla squadra del Morolo (Eccellenza laziale). Il campionato del giovane difensore è stato segnato purtroppo da una serie di infortuni che non gli hanno consentito di scendere mai in campo. Solo qualche panchina per lui e adesso che sta recuperando la forma fisica la decisione di andare a giocare, con una certa continuità, in un’altra categoria. Il ragazzo è di proprietà dell’Avezzano, saprà farsi valere nel suo nuovo campionato e poi tornerà da noi più forte che mai. Ne siamo sicuri. Per il momento facciamo un grande in bocca al lupo all’educatissimo Aristide. Per tornare alla gara di domenica prossima da sottolineare che la Jesina fuori casa ha vinto solo una partita (con la Recanatese per 3-0), ne ha pareggiate due e ne ha perse ben quattro. Attenzione lì davanti all’attaccante Mauro Ragatzu autore già di 5 gol. Domenica arbitrerà il Sig. Tucci di Ostia Lido, assistenti Testa e Pasqualone di Campobasso. (Pino Razzano)