PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

DOMENICA TRE PUNTI D'ORO CON L'ISERNIA

La vittoria di domenica con l’Isernia ha lasciato tutti contenti in casa biancoverde ed oggi, alla ripresa degli allenamenti, si vedevano volti sorridenti tra i giocatori e nello staff tecnico. Non che prima non ci fosse il buonumore, ma le ultime due sconfitte e la classifica che non rispecchiava quanto di buono era stato prodotto in campo, condizionava un po’ tutto l’ambiente. Si percepiva, insomma, che gli animi non erano proprio sereni al massimo. Con la ripresa delle fatiche settimanali della truppa biancoverde, poi, si sono rivisti davanti ai cancelli dello stadio dei Marsi anche quei tifosi che non lasciano mai sola la squadra, anche nei momenti peggiori. Soliti capannelli spontanei di gente e voci di questo o quell’acquisto che l’Avezzano avrebbe fatto di lì a poche ore. A noi, umili cronisti, chiedevano conferma di queste voci che però non potevamo di certo confermare o smentire, considerando che il mercato di riparazione si è appena aperto. Facciamo fare a De Angelis il suo lavoro e siamo certi che arriveranno giocatori motivati ed utili alla causa biancoverde. Il ds biancoverde parla poco, ma svolgerà bene il suo compito in questi giorni. E non sbaglierà neanche questa volta, ne siamo sicuri. Intanto oggi l’unico volto nuovo era Gianluca De Sanctis (classe 1991) proveniente dalla Torrese. E’ lui il primo acquisto della società di via Ferrara, un esterno d’attacco che dovrà rimpiazzare su quel lato del campo un certo Alessio Di Massimo. Se mister Lucarelli lo ha scelto è perché ha caratteristiche tali da adattarsi molto bene ai suoi schemi di gioco. Noi ci fidiamo, d’altronde chi conosceva Di Massimo prima che arrivasse ad Avezzano? Lui si, lo seguiva da anni ed è riuscito a fargli vestire la gloriosa maglia biancoverde. Anche se solo per qualche mese. Torniamo però per un istante a domenica scorsa ed a quella vittoria (la quinta complessiva, la quarta ottenuta in casa dall’Avezzano) arrivata in pieno recupero. Il vice allenatore Antonello Gallese (in panchina al posto dello squalificato Lucarelli) ha commentato così la prestazione della squadra: “Siamo contenti per questi tre punti, ci servivano come il pane. Arrivavamo da un periodo non proprio positivo, giocavamo bene ma non raccoglievamo punti. Ora che ci siamo sbloccati, però, dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni, altrimenti non abbiamo fatto nulla”. Punzecchiato poi sui nuovi acquisti aggiunge: “La società sa di cosa abbiamo bisogno, noi siamo fiduciosi ma dobbiamo aspettare i tempi giusti e poi ne vedremo delle belle. Sono sicuro che la squadra sarà sempre competitiva, anche con i nuovi giocatori che arriveranno”. La classifica adesso vede i biancoverdi a quota 19 punti (insieme proprio all’Isernia), che significa settimo posto in classifica, a sole due lunghezze dalla zona play off. La squadra ha segnato 20 reti in totale ed in gol sono andati già dieci giocatori. Insomma una vera e propria cooperativa del gol l’Avezzano fino ad ora. Nello specifico sono andati in gol ben otto attaccanti e due difensori (Menna e Felli), segno che comunque la squadra è sempre votata all’attacco. Nella 14^ giornata ci sono state quattro vittorie in totale (di cui due esterne, del Fano e del Matelica) ed altrettanti pareggi. Non si è giocata la gara tra Chieti e Folgore Veregra per l’indisponibilità dello stadio Angelini a causa delle abbondanti piogge (si recupererà il prossimo 9 dicembre). Nell’ultima giornata sono stati segnati appena 19 gol e di questi soltanto 9 dalle squadre che giocavano in casa. Pochini. E’ saltata intanto un’altra panchina: è quella della Fermana dove Osvaldo Jaconi ha rassegnato le proprie dimissioni dopo il pareggio interno (2-2) con il Giulianova. E’ la terza panchina marchigiana che salta dopo quelle della Sambenedettese e della Recanatese. (Pino Razzano)