PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

ULTIMA FATICA DEL 2015 PER L'AVEZZANO

Mancano solo 90’ e poi terminerà il girone di andata di questo girone F di serie D. In quest’ultimo turno l’Avezzano dovrà vedersela, in trasferta, contro la Recanatese di Mecomonaco, una squadra che sta attraversando decisamente un buon momento e che da quando ha cambiato la guida tecnica non ha mai perso. L’ultima sconfitta, infatti, è datata 8 novembre, ed i marchigiani persero in casa contro la Jesina per 3-0. Da allora ci fu il cambio dell’allenatore ed una serie positiva di ben cinque risultati in cui i leopardiani hanno ottenuto due vittorie e tre pareggi, conquistando 9 punti su 15 a disposizione. Anche i biancoverdi, però, non sono da meno e vivono il loro momento positivo avendo ottenuto, nelle ultime tre giornate, due vittorie ed un pareggio. Una sfida tutta da gustare, insomma, quella del Tubaldi che sarà arbitrata dal Sig. Sili di Viterbo, con gli assistenti Cristiano di Cesena e Pascali di Bologna. Ci sono appena tre punti di differenza in classifica tra le due formazioni, con l’Avezzano in vantaggio a quota 23, e domenica scorsa le squadre di Lucarelli e Mecomonaco hanno entrambe centrato il successo pieno. I biancoverdi hanno passeggiato contro la Jesina (5-2), mentre la Recanatese ha vinto fuori casa contro la Fermana (0-2) con reti nella ripresa di Simone Miani (già 9 gol per lui in campionato) e Josè Cianni. Al termine della seduta di allenamento del giovedì, abbiamo incontrato l’allenatore dell’Avezzano Alessandro Lucarelli che inquadra così la partita di domenica prossima: “A Recanati dovremo imporre la nostra idea di gioco, non possiamo fare altrimenti. Ed ora che abbiamo anche ripreso entusiasmo con gli ultimi risultati positivi, dovremo essere bravi e propositivi fino alla fine. Se giocheremo con questa idea faremo bene, altrimenti non so cosa potrà succedere. La Recanatese è la squadra più in forma del girone in questo momento insieme alla Sambenedettese, ma noi abbiamo tanta qualità tra i nostri giocatori e quindi dobbiamo fare bene. Non ammetto cali di concentrazione tra i miei giocatori”. Chiare le parole del mister che fa anche un cenno sul mercato di riparazione che si è chiuso ieri, giovedì 17 dicembre: “Abbiamo portato a casa De Sanctis e Censori, due giocatori di grande qualità che hanno dimostrato, da subito, di inserirsi molto bene nei nostri schemi di gioco. Da ultimo si è accasato un giovane attaccante che era con noi da qualche giorno. Si tratta di Lorenzo Di Curzio, classe 1996, proveniente dal Rieti e con un passato nella Primavera della Fiorentina. La cosa che voglio sottolineare è che abbiamo ritrovato il nostro bomber, Pasquale Moro. Se il capitano tornerà a segnare come sa fare, allora saranno guai per tutti, ne sono sicuro. Per noi averlo rivisto in campo è una grandissima garanzia”. Per completare le notizie su questo mercato di riparazione, diciamo che è andato via, dopo Verrelli, Gabriele La Rosa e che anche Nikolas Kras ha chiesto di essere svincolato, dopo aver visto l’abbondanza di centrocampisti che c’è in casa marsicana. Su di lui pare ci sia il forte interessamento della Vastese (Eccellenza). Vedremo quello che succederà. E’ sfumato invece l’acquisto del difensore del Campobasso Davide Santangeli (classe 1996) che si è accasato al Fondi (serie D girone H). La società molisana voleva darlo solo in prestito, quella di via Ferrara, invece, voleva acquistare il giocatore a titolo definitivo e quindi non se ne è fatto più nulla. Per tornare alla gara di domenica contro la Recanatese, è in forte dubbio il difensore Elvis Felli alle prese con una fastidiosa pubalgia. Si valuterà se schierarlo o meno soltanto dopo la rifinitura di sabato mattina. Tornerà, invece, a disposizione Michele Bisegna che ha scontato la sua giornata di squalifica. (Pino Razzano)