ABBONAMENTI VENDUTI 2017/18: TRIBUNA SOCIO SOSTENITORE (€ 600,00) N. 3 PARI AD € 1.800,00, TRIBUNA CENTRALE INTERO (€ 250,00) N. 22 PARI AD € 5.500,00, TRIBUNA CENTRALE RIDOTTO (€ 180,00) N. 0 PARI AD € 0,00, TRIBUNA LATERALE INTERO (€ 160,00) N. 15 PARI AD € 2.360,00, TRIBUNA LATERALE RIDOTTO (€ 120,00) N. 6 PARI AD € 720,00, DISTINTI INTERO (€ 110,00) N. 1 PARI AD € 110,00, DISTINTI RIDOTTO (€ 80,00) N. 0 PARI AD € 0,00, CURVA NORD INTERO (€ 80,00) N. 14 PARI AD € 1.120,00, CURVA NORD RIDOTTO (€ 60,00) N. 1 PARI AD € 60,00; MINORENNI: TRIBUNA CENTRALE UNDER 12-17 (€ 150,00) N. 0 PARI AD € 0,00, TRIBUNA LATERALE UNDER 12-17 (€ 100,00) N. 0 PARI AD € 0,00, DISTINTI UNDER 12-17 (€ 60,00) N. 0 PARI AD € 0,00, CURVA NORD UNDER 12-17 (€ 50,00) N. 0 PARI AD € 0,00. TOTALE ABBONAMENTI VENDUTI N. 67, PARI A COMPLESSIVI € 11.610,00.

match

AD AGNONE SENZA MEZZA DIFESA TITOLARE

Le ultime sconfitte subite dall’Avezzano hanno lasciato l’amaro in bocca alla squadra biancoverde, soprattutto per il modo con il quale sono arrivate. Entrambe sono state di stretta misura e non è mai mancato il bel gioco proposto dalla truppa allenata da Lucarelli. Bel gioco, tanti complimenti ricevuti dagli addetti ai lavori, ma zero punti. Non va bene, qualcosa non quadra. Bisogna essere più cinici in zona gol ed ottimizzare le tante occasioni da gol che si creano durante i 90’. E lo si deve fare con la consapevolezza di essere una buona squadra che è capace di giocarsela contro chiunque. Ecco quindi la necessità, da subito, di invertire la rotta e riprendere a fare punti già dalla trasferta di Agnone. Contro i molisani si giocherà per la terza di ritorno ed allo stadio Civitelle ci si aspetta di vedere due squadre con tanta voglia di rivincita. Entrambe sono state, infatti, sconfitte nel turno precedente (l’Olympia Agnonese ha perso di misura a Fano per 1-0 ed è da settimane in piena zona play out) e sono distanti in classifica di 7 punti. All’andata l’Avezzano vinse con un pirotecnico 4-3 (doppietta di Di Massimo e reti di Bisegna e Puglia) che divertì molto il pubblico presente allo stadio dei Marsi. Oggi la storia è diversa e Lucarelli non si fida dei prossimi avversari: “Affronteremo una squadra che in questo campionato ha avuto degli alti e dei bassi. Sono tanti anni che gioca in questa categoria, quindi è più abituata di noi ad affrontare momenti delicati come questo. Noi però dobbiamo tornare a far punti al più presto e non possiamo avere altre battute d’arresto”. E’ risaputo, infatti, l’intento del mister biancoverde di chiudere il mese di gennaio almeno a quota 30 punti con tre partite ancora da giocare, di cui due in casa (Chieti e Castelfidardo). La squadra di Paolucci ha la peggior difesa di tutto il campionato (insieme al Giulianova) con 35 gol subiti in 19 giornate (quasi due reti subite a partita), ma ha anche nelle sue fila il capocannoniere del girone, quel Tommaso Marolda che fino ad adesso ha già realizzato ben 13 gol. Che significa questo? Ce lo spiega sempre mister Lucarelli: “Loro creano tante occasioni da gol ed hanno un bomber esperto come Marolda che finalizza molto bene. E’ vero che subiscono tanti gol, ma le squadre di Paolucci giocano con l’obiettivo di farne uno in più degli avversari”. Per la trasferta in Molise non saranno disponibili gli squalificati Menna e Felli e quindi l’allenatore biancoverde dovrà ridisegnare mezza difesa. Di sicuro giocherà Venditti al centro con Tabacco e ci sarà presumibilmente l’esordio del neo arrivato Allepo sulla fascia sinistra che risolverà così anche il problema degli under. Per il resto formazione ancora da definire dal centrocampo in sù, con il completo recupero di Bittaye che tornerà a disposizione. Terna arbitrale tutta pugliese domenica prossima, con il direttore di gara che arriva da Bari e si chiama Gabriele Cascella (assistenti Claudio Scoppio e Giuseppe Centrone entrambi di Molfetta). Vi diamo, in ultimo, una bella notizia che riguarda la nostra “cantera” biancoverde. Quattro nostri giovani calciatori, infatti, hanno sostenuto, nei giorni scorsi, dei provini con il Latina ed il Pescara, squadre di serie B. Si tratta dei classe 2001 Nicolò Minutolo ed Antonio Miccoli e dei classe 2000 Nicola Patruno e Lorenzo Giovagnorio. I primi due sono stati osservati dalla società pontina, i secondi da quella abruzzese. Nei prossimi giorni arriveranno, alla società di via Ferrara, i responsi definitivi. “I nostri giovani sono seguiti da molte squadre di categoria superiore”, ci dice la responsabile del settore giovanile dell’Avezzano Cristina Russo, “e di questo siamo tutti contenti. Significa che stiamo facendo un buon lavoro con tutto il mio staff. Questo è il giusto riconoscimento per la nostra società. Vi anticipo che a febbraio riprenderemo anche gli stage con società professionistiche”. Chi arriverà dopo Palermo e Siena? (Pino Razzano)