ABBONAMENTI VENDUTI 2017/18: TRIBUNA SOCIO SOSTENITORE (€ 600,00) N. 8 PARI AD € 4.800,00, TRIBUNA CENTRALE INTERO (€ 250,00) N. 47 PARI AD € 12.250,00, TRIBUNA CENTRALE RIDOTTO (€ 180,00) N. 12 PARI AD € 2.160,00, TRIBUNA LATERALE INTERO (€ 160,00) N. 45 PARI AD € 7.200,00, TRIBUNA LATERALE RIDOTTO (€ 120,00) N. 17 PARI AD € 2.040,00, DISTINTI INTERO (€ 110,00) N. 6 PARI AD € 660,00, DISTINTI RIDOTTO (€ 80,00) N. 6 PARI AD € 460,00, CURVA NORD INTERO (€ 80,00) N. 46 PARI AD € 3.680,00, CURVA NORD RIDOTTO (€ 60,00) N. 5 PARI AD € 300,00; MINORENNI: TRIBUNA CENTRALE UNDER 12-17 (€ 150,00) N. 6 PARI AD € 900,00, TRIBUNA LATERALE UNDER 12-17 (€ 100,00) N. 4 PARI AD € 400,00, DISTINTI UNDER 12-17 (€ 60,00) N. 3 PARI AD € 180,00, CURVA NORD UNDER 12-17 (€ 50,00) N. 33 PARI AD € 1.650,00. TOTALE ABBONAMENTI VENDUTI N. 241, PARI A COMPLESSIVI € 36.800,00.

match

LUCARELLI: "CON LA SAMB GIOCATO ALLA PARI"

Spogliatoio nuovo look
La sconfitta con la Sambenedettese per 2-1 (anche all’andata i marchigiani si imposero con lo stesso risultato) è stata accettata con tranquillità da tutto l’entourage biancoverde. Troppo forti i marchigiani sulla carta, ma sul campo la formazione di Lucarelli ha dimostrato di non aver avuto alcun timore reverenziale e di giocarsela alla pari contro i più quotati avversari. Anzi, almeno nel primo tempo, qualcosa in più hanno fatto proprio Tabacco e compagni. Poi è venuta fuori la maggiore determinazione della squadra di Palladini e sono arrivati i due gol ospiti. Bravi comunque i nostri ragazzi a crederci fino alla fine ed a riaprire la gara nei minuti finali con Moro. Se poi quel colpo di testa finale di Tabacco fosse finito in rete, oggi staremmo parlando di ben altra partita. Fanno piacere poi gli applausi che il pubblico ha voluto tributare domenica a tutta la squadra. Due sole note negative, secondo noi, sulla partita contro la Samb: le condizioni del terreno di gioco e le ammonizioni che hanno ricevuto Menna e Felli. Sul terreno di gioco in questi giorni ne abbiamo sentite di ogni tipo. Il fatto che fosse messo male ha penalizzato più l’Avezzano, che doveva fare la partita, che gli avversari. Anche il tecnico biancoverde Lucarelli riconosce questa cosa ed è sicuro che in condizioni diverse la capolista avrebbe avuto molti grattacapi in più. Comunque quello era il campo e su quello si doveva giocare. Noi facciamo solo una considerazione: in questo campionato stiamo girando in lungo ed in largo per i vari stadi di serie D e sempre più spesso vediamo terreni di gioco sintetici. E soprattutto sintetici di alta qualità e di ultima generazione. Forse la strada da seguire è proprio questa in futuro. Investire denari subito, per uno stadio del futuro di grande qualità. Ci sarebbe di sicuro meno manutenzione di quella che si fa oggi e non si rischierà più di giocare su un pantano come quello di domenica. Lo stadio dei Marsi però non è di proprietà della società di via Ferrara, quindi la palla passa, doverosamente, all’amministrazione comunale, al sindaco in primo luogo e all’assessore allo sport in seconda battuta. Sono tempi duri questi per gli enti locali, lo sappiamo, ma simili pensieri si potrebbero e dovrebbero iniziare a fare. Si potrebbe pensare ad una forma di collaborazione tra pubblico e privato che interviene economicamente e poi gestisce, per un certo numero di anni, tutto l’impianto per rientrare dell’investimento iniziale. Vedremo se questo appello verrà ripreso da qualcuno, ce lo auguriamo e siamo qui per discuterne con tutti. Intanto l’idea l’abbiamo lanciata.
Capitan Moro
L’altra nota negativa della giornata appena trascorsa sono state le ammonizioni ricevute da Menna e Felli. Purtroppo i due erano diffidati e quindi verranno sicuramente squalificati. Dovranno quindi saltare la trasferta di Agnone e Lucarelli sarà costretto a ridisegnare buona parte della difesa. Per di più avrà il problema dell’under visto che Menna è uno di quelli. Soluzioni ce ne sono ed il mister sarà in grado di schierare la migliore formazione da opporre ai molisani. Si potrebbe pensare al neo arrivato Allepo (under pure lui) a sinistra e Venditti al centro della difesa insieme a Tabacco. Occhio che in diffida ci sono ancora Puglia, Pollino e Di Genova. La squadra ha ripreso gli allenamenti da oggi pomeriggio per preparare la trasferta di Agnone. Sarà una gara importante perché si dovrà interrompere, a tutti i costi, la serie negativa di due sconfitte consecutive. Lucarelli ha detto che vuole terminare il mese di gennaio almeno a quota 30 punti. Ne mancano sei con tre partite ancora da giocare. E due di queste saranno in casa con il Chieti e con il Castelfidardo. Forza ragazzi, centriamo l’obiettivo! (Pino Razzano)