ABBONAMENTI VENDUTI 2017/18: TRIBUNA SOCIO SOSTENITORE (€ 600,00) N. 8 PARI AD € 4.800,00, TRIBUNA CENTRALE INTERO (€ 250,00) N. 47 PARI AD € 12.250,00, TRIBUNA CENTRALE RIDOTTO (€ 180,00) N. 12 PARI AD € 2.160,00, TRIBUNA LATERALE INTERO (€ 160,00) N. 45 PARI AD € 7.200,00, TRIBUNA LATERALE RIDOTTO (€ 120,00) N. 17 PARI AD € 2.040,00, DISTINTI INTERO (€ 110,00) N. 6 PARI AD € 660,00, DISTINTI RIDOTTO (€ 80,00) N. 6 PARI AD € 460,00, CURVA NORD INTERO (€ 80,00) N. 46 PARI AD € 3.680,00, CURVA NORD RIDOTTO (€ 60,00) N. 5 PARI AD € 300,00; MINORENNI: TRIBUNA CENTRALE UNDER 12-17 (€ 150,00) N. 6 PARI AD € 900,00, TRIBUNA LATERALE UNDER 12-17 (€ 100,00) N. 4 PARI AD € 400,00, DISTINTI UNDER 12-17 (€ 60,00) N. 3 PARI AD € 180,00, CURVA NORD UNDER 12-17 (€ 50,00) N. 33 PARI AD € 1.650,00. TOTALE ABBONAMENTI VENDUTI N. 241, PARI A COMPLESSIVI € 36.800,00.

match

L'AVEZZANO FA TREMARE LA CAPOLISTA

Alla fine della partita contro la capolista Sambenedettese i giocatori dell’Avezzano sono usciti dal campo tra gli applausi del pubblico di casa. Applausi e complimenti che ci stanno tutti perché la squadra ha lottato fino alla fine ed alla pari contro i più quotati avversari. A tratti, addirittura, è sembrato che fosse l’Avezzano la prima della classe, soprattutto per alcune giocate che hanno spellato le mani al pubblico presente. A proposito di pubblico oggi è stato imponente, quasi 1100 presenze, di cui 400 ospiti, con un incasso che si avvicina quasi ai diecimila euro. Non male per le casse della società di via Ferrara. Qualcuno in tribuna diceva che un simile spettacolo dovrebbe vedersi ogni domenica in questa città. Noi aggiungiamo che tutti gli sforzi che si stanno facendo, sono diretti in questa direzione. Il tempo dirà se ci si riuscirà o meno. Prima della partita, premiazione in campo per Roberto Di Nicola che ha giocato, in passato, con le due formazioni. Nota negativa per il campo che era in cattive condizioni ed il gioco ne ha risentito molto. E’ difficile, infatti, vedere delle buone giocate e gli attacchi migliori di questo campionato, almeno nel primo tempo, stentano a decollare. Alla fine del primo tempo il risultato è ancora inchiodato sullo 0-0. Decisamente meglio i padroni di casa, con la capolista che deve abituarsi in fretta al pressing locale e deve prendere le misure con un campo più piccolo, seppur di poco, del Riviera delle Palme. Ancora vuota la curva Nord, con i tifosi organizzati che continuano lo sciopero del tifo. Dirige il Sig. Vigile di Cosenza che dispensa solo tre ammonizioni nell’arco dei 90’. Purtroppo due di queste sono per Menna e Felli che erano diffidati. Entrambi, quindi, salteranno la trasferta di domenica prossima ad Agnone. Lucarelli (oggi squalificato, al suo posto il vice Gallese) fa giocare da subito l’ex Gabriele Puglia e fa accomodare in panchina capitan Moro, al suo posto Di Genova. Avezzano vicina al gol già al 10’ proprio con Di Genova che spara fuori una corta respinta di Pegorin. Passano appena 4’ e sulla sponda opposta Sorrentino, a tu per tu con D’Avino, si fa ipnotizzare e spreca malamente. L’Avezzano cresce ed al 23’ Bisegna cerca di sorprendere Pegorin con un tiro dalla lunga distanza, ma l’estremo difensore devia in angolo. Nel finale di tempo Sassarini perde palla a centrocampo, Titone serve Sorrentino il cui tiro viene intercettato dall’estremo difensore biancoverde. Nella ripresa la Sambenedettese alza i ritmi e l’Avezzano cerca di limitarla. All’11’ però la capolista sblocca il risultato con Sorrentino. Un immenso Titone protegge il pallone fino all’arrivo del centravanti che di destro batte il numero uno avezzanese. Gallese sostituisce Pollino con Di Curzio e subito dopo Di Genova con De Sanctis. Attacco completamente nuovo per l’Avezzano, ma in zona gol non si riesce a finalizzare. Dopo un salvataggio di Pegorin su Di Curzio, ecco che arriva il raddoppio al 33’. Azione di prepotenza di Titone che entra in area e trafigge per la seconda volta D’Avino. Siamo sul 2-0 per gli ospiti. A 5’ dalla fine arriva il gol di Moro (che aveva sostituito Puglia). Ultimi minuti di apprensione per gli ospiti con l’Avezzano che si riversa in attacco con tutti i suoi uomini. Il risultato però non cambia. La Sambenedettese mantiene immutato il distacco dal Matelica, l’Avezzano, invece, perde la seconda partita consecutiva. (Pino Razzano)