PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

ABBATTUTA LA VICE CAPOLISTA

La prestazione di oggi contro il Matelica fa tornare la serenità in casa biancoverde. Una vittoria schiacciante quella ottenuta contro i marchigiani, un 3-1 che non ammette repliche e consente alla formazione di Lucarelli di conquistare tre punti pesantissimi in chiave salvezza. Eroe della giornata ancora Lorenzo Di Curzio, autore oggi di una splendida tripletta che gli è valsa anche la conquista del pallone della partita, che poi il giovane attaccante biancoverde ha regalato al pubblico presente in tribuna. L’ultima vittoria dell’Avezzano risaliva ad oltre un mese fa (Avezzano - Chieti 2 - 0) ed anche in quella circostanza Di Curzio fu l’eroe della giornata. Il 24 gennaio segnò una doppietta, oggi 28 febbraio ha segnato una tripletta. Cinque gol in totale che uniti a quello segnato domenica scorsa a Campobasso, lo portano a quota 6 nella classifica marcatori biancoverde. Raggiunge così Michele Bisegna fermo anche lui a quota 6 gol purtroppo da moltissime giornate. Una giornata storica per il numero 11 avezzanese che alla fine della partita ha festeggiato insieme ai suoi compagni ed al Presidente Paris nello spogliatoio biancoverde saltando e ballando a più non posso. Finalmente si sono rivisti anche volti sorridenti allo stadio dei Marsi ed il pubblico ha applaudito a più non posso, fino a spellarsi le mani, i propri beniamini. Bene così, andiamo avanti. Tutti uniti raggiungeremo l’obiettivo della salvezza. Cosa ce lo vieta? Nulla, proprio nulla. E allora godiamoci questo successo contro la vice capolista del torneo, ma guardiamo con attenzione alle prossime sfide. Dovranno essere tutte sfide da giocare fino all’ultimo minuto, non lasciando nulla agli avversari. Migliora intanto la classifica e finalmente si supera la soglia psicologica dei 30 punti. Da stasera siamo a quota 32 e la salvezza si avvicina ancora un po’. Veniamo ora al fatto tecnico. Lucarelli ripropone dal primo minuto Censori, Bisegna e Di Curzio. I primi due a Campobasso avevano fatto solo panchina, Di Curzio era subentrato segnando anche un gol. Avezzano in gol già al 14’: cross dalla destra di Menna e Di Curzio, ben appostato, fa centro per la prima volta. Il raddoppio arriva poco dopo. Siamo al 25’ e Di Curzio si impossessa di un pallone fuori area, fa una decina di metri palla al piede ed esplode un gran tiro in diagonale sul quale nulla può il portiere ospite Nobile: 2-0. Il pubblico dello stadio dei Marsi esplode di gioia e fa festa. Prima della fine gran giocata di Bisegna in area ma il suo tiro viene deviato in angolo che però l’arbitro non fa battere perché è già trascorso il minuto di recupero. Nella ripresa si infortuna Venditti al 12’ e Lucarelli lo sostituisce con Tariuc nel ruolo di centrale difensivo. Il Matelica accorcia le distanze al 15’ con Pesaresi che fugge sul filo del fuorigioco e con una bella conclusione sul primo palo batte D’Avino: 2-1. I marchigiani premono il piede sull’acceleratore per cercare di conquistare il pareggio, ma l’Avezzano non ci sta e prima Bisegna e poi Sassarini scaldano le mani all’estremo difensore marchigiano Nobile. Prima della fine i biancoverdi calano il tris. Siamo al 42’ e Di Curzio segna sotto la curva Nord il suo terzo gol della giornata. E’ l’apoteosi per tutto lo stadio e per la gioia del Presidente Paris che alla fine della partita scende in campo ed abbraccia uno per uno tutti i suoi ragazzi. Li invita anche ad andare sotto la curva Nord per festeggiare con i tifosi organizzati. Finisce anche il silenzio stampa in casa Avezzano e l’allenatore Lucarelli dice: “E’ una vittoria importante, dobbiamo però confermarla domenica prossima a Pesaro. Altrimenti non abbiamo fatto nulla”.
(Pino Razzano)