PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

FINALMENTE SI TORNA A PARLARE DI CALCIO

Bisegna a "digiuno" da nove giornate
Le notizie che si sono succedute in casa biancoverde negli ultimi giorni hanno fatto passare il fatto tecnico decisamente in secondo ordine. Ora però che tutto è finalmente rientrato per buona pace di tutti, noi di avezzanocalcio.it riprendiamo, come ogni settimana, il commento alla giornata appena trascorsa. Domenica si è giocata la settima di ritorno ed alla fine del campionato mancano adesso dieci giornate. Appena dieci turni, altri 900 minuti di calcio giocato in cui si dovrà decidere chi vincerà il campionato, chi farà i play off, chi i play out e chi, invece, retrocederà in Eccellenza. Qualche risposta la si potrebbe quasi quasi iniziare a dare, ma non vogliamo fare l’errore di emettere sentenze che poi potrebbero essere smentite nel giro di poco tempo. Lasciamo dunque la parola, come sempre, al campo da gioco che darà i propri responsi in maniera oggettiva. Chi vuole però potrà sempre impegnarsi a dare giudizi su questa o quella squadra, su chi sarà alla fine il capo cannoniere del campionato, con quanti punti si raggiungerà la salvezza, etc etc. Siamo o no un popolo di allenatori nell’italico paese? L’Avezzano domenica ha interrotto la serie negativa, fatta di due sconfitte consecutive, pareggiando l’incontro casalingo con il Monticelli. Su di un campo in pessime condizioni non si poteva certo chiedere di più ai nostri ragazzi. Ce l’hanno messa tutta ed alla fine meglio un punto che niente. La classifica almeno si muove e la quota salvezza si avvicina. Di poco ma si avvicina. Certo che i tre punti avrebbero fatto più comodo alla squadra di Lucarelli, ma tant’è. Adesso a quota 29 ci sono tre squadre, l’Avezzano appunto, l’Isernia e la Folgore Veregra. Una abruzzese, una molisana ed una marchigiana. Nota positiva di domenica è aver anche fermato i due bomber ascolani Galli e Margarita. Così come era successo a Fermo con Molinari, i nostri difensori non hanno fatto toccare palla ai due attaccanti che così sono rimasti con la bocca asciutta in fatto di gol. Nota negativa, invece, l’ammonizione rimediata da Di Genova che era diffidato e domenica prossima sarà costretto a saltare la trasferta di Campobasso perché squalificato. Poter contare anche su di lui ci avrebbe fatto molto comodo al Selvapiana. I sostituti però sono di primo livello e Lucarelli saprà decidere bene con chi sostituirlo. Domenica ci sono state 7 vittorie (solo 2 esterne) e 2 pareggi. In totale sono stati segnati 21 gol (come in altre cinque giornate) che portano il totale delle reti realizzate a 550. Il miglior realizzatore biancoverde rimane ancora Michele Bisegna con 6 reti. Il fantasista avezzanese però non riesce più a fare centro da 9 giornate. Allora si giocava a Scoppito contro l’Amiternina, era il 6 dicembre dello scorso anno e l’Avezzano pareggiò per 1-1 grazie ad un suo calcio di rigore. I suoi gol, come quelli dei suoi compagni, servono come il pane per raggiungere in fretta una tranquilla salvezza. Magari fanta-Michele si rifarà già domenica prossima a Campobasso nel ricordo della partita dell’andata dove segnò una splendida doppietta. Ce lo auguriamo tutti, ma proprio tutti. Allora dai Michele, gonfia questa rete e portaci in salvo il più presto possibile! (Pino Razzano) 
Linea Oro Sport, via Napoli 52, Avezzano